compostiera-da-giardino

Compostiera da giardino: cos’è, come funziona e come usarla

Maggio 6, 2021 0 di Gloria De Rugeriis

Hai sentito parlare di compostiera da giardino e non sai di cosa si tratta? La compostiera serve a riciclare e decomporre i rifiuti organici del giardino, e non solo, per trasformarli in concime riutilizzabile e ridurre l’impatto ambientale. In sostanza, si tratta di un grande contenitore dove stoccare fogliame, scarti alimentari (con qualche eccezione), i residui della falciatura del prati, rami, frutta caduta dagli alberi, cenere. Insomma, tutto ciò che va incontro a un processo di decomposizione.

In questo articolo troverai le informazioni su come funziona la compostiera da giardino, cosa puoi buttarci dentro, a cosa serve e come costruirne una fai da te.

Come funziona la compostiera da giardino?

Come anticipato la compostiera serve a raccogliere materiali organici da trasformare in concime. Solitamente, infatti, viene utilizzata da chi ha un orto, un giardino o comunque uno spazio esterno abbastanza grande che produce materiali di scarto organici.

humus-di-lombrico

Il compostaggio è un processo naturale e il concime che ne deriva è ricco di sostanze nutritive e perfetto da impiegare per la fertilizzazione delle piante. La trasformazione è attivata e garantita dalla presenza di microrganismi presenti nel terreno, come batteri, insetti e invertebrati come i vermi, noti per digerire gli scarti e trasformarli in materiale organico di elevatissima qualità.

Il funzionamento della compostiera da giardino è semplice: si tratta di un contenitore areato dentro cui viene inserito terriccio e scarti alimentari o del giardino, a strati alternati. In questo modo si creano le condizioni ideali per la decomposizione del materiale organico che si trasformerà in un ottimo ammendante, pronto dopo circa 8 settimane.

Le compostiere da giardino che si trovano in commercio possono essere realizzate in legno, in plastica o in metallo. Puoi anche pensare di realizzare una compostiera fai da te.

Cosa si può buttare nel compost?

Se stai pensando di iniziare a fare il compost e produrre il concime per fertilizzare le tue piante, devi anche sapere come usare le compostiera da giardino.

Innanzitutto devi ragionare sulla collocazione: la posizione migliore è in un luogo ombreggiato d’estate e soleggiato d’inverno. In questo modo favorirai il processo di decomposizione dei materiali organici che manterranno il giusto grado di umidità. Il contenitore, poi, deve essere a contatto diretto con il terreno, se lo posizionassi su una superficie impermeabile, questa non permetterebbe il filtraggio del liquido in eccesso.

cosa-buttare-nel-compost

Cosa mettere nella compostiera? Per creare un ambiente ideale, metti sul fondo del contenitore, direttamente a contatto con il terreno, uno strato di materiale legnoso come trucioli, rametti e paglia, per garantire l’areazione e il drenaggio. Dopo di che potrai iniziare a gettare rifiuti organici.

Cosa si può buttare nel compost? Scarti di frutta e verdura, fiori secchi, gusci di uova, ossa, fondi di caffè, filtri di thè, avanzi di cibo, pane raffermo o ammuffito, sfalci d’erba e scarti dell’orto da alternare a materiale più secco come foglie, rami, scarti di potature, cartone sminuzzato e carta, ma anche tessuti 100% organici come lana e cotone.

Per quanto riguarda gli scarti di grandi dimensioni, il consiglio è di ridurli per accelerare il processo di compostaggio. Infine, di tanto in tanto, è bene mescolare il contenuto della compostiera con l’aiuto di una pala o di un ramo.

In commercio esistono anche dei prodotti attivatori o acceleratori di questo processo.
Vuoi acquistarne uno?

Compostiera da giardino a cosa serve

Da quanto detto fin qui, è chiaro che la compostiera da giardino serve a riciclare i materiali organici di scarto, compresi quelli alimentari, per un ciclo di compostaggio naturale e utile ad ottenere un ammendante biologico che favorisce anche la biodiversità della flora batterica del terreno.

Il compost che ne deriva, conosciuto anche come humus o terricciato, è il risultato della biossidazione e dell’umificazione di materie organiche miste che avviene in condizioni particolari, presenza di ossigeno ed equilibrio chimico tra le materie organiche coinvolte nella trasformazione, da parte di macro e microrganismi.

Trascorsi alcuni mesi, dai 4 ai 6, avrai i primi risultati del processo di compostaggio e potrai cominciare ad estrarre il tuo ammendante naturale. Apri lo sportellino posto alla base della compostiera e verifica che il compost sia maturo. Successivamente, dovrai togliere gli scarti aggiunti per ultimi dalla parte superiore del composter e metterla da parte, svuotarlo del tutto e ricominciare il ciclo di compostaggio.

Compostiera da giardino fai da te

È possibile costruire una compostiera da giardino? Assolutamente sì! Realizzare un composter è abbastanza facile. Puoi scegliere tra diverse tipologie, in base al materiale che hai a disposizione e alla grandezza del contenitore.

Come fare una compostiera fai da te? Ecco il procedimento step by step per un composter realizzato con una rete.

Acquistando una rete metallica, o di altro materiale che rimanga rigido, a maglia stretta da 1 cm, realizza un cilindro della grandezza desiderata da chiudere con delle fascette. Alla base del cilindro devi creare una finestrella quadrata o rettangolare di 20 o 30 cm che puoi realizzare tagliando la rete con delle tronchesi. Puoi rivestire la finestrella con del nastro telato.
Ti serviranno, poi, due quadrati di rete 80×80 cm, sempre a maglie strette, con cui realizzare il coperchio della compostiera e il fondo.

Infine, dovrai rivestire il composter (cilindro, base e coperchio) con un telo verde ombreggiante per evitare la fuoriuscita degli scarti dalla compostiera.

Se hai bisogno della rete per realizzare la tua compostiera da giardino puoi acquistarla qui sul sito di Greeny!

Realizzare una compostiera fai da te con bancali

composter-con-bancali

Se hai dei vecchi pallet puoi utilizzarli per realizzare una compostiera, ti servirà qualche mattone o delle assi su cui poggiare il primo bancale che fungeranno da base del tuo composter. Dopo di che sistema i bancali in verticale a formare un quadrato e fissali tra di loro con viti o chiodi. Per raccogliere l’humus, in questo caso, puoi agganciare uno dei lati
con delle cerniere in modo che diventi un cancelletto da tenere chiuso con un gancio.

Anche in questo caso dovrai realizzare una copertura che puoi realizzare recuperando le assi dai pallet con cui creare la cornice e del telo ombreggiante. Puoi usare anche un telo non traspirante poiché il ricircolo di aria sarà garantito dallo spazio tra le assi dei bancali.

Mettiti subito a lavoro e realizza la tua compostiera da giardino, potrai fornire alle tue piante, al tuo orto e al tuo giardino un fertilizzante ottimo e produrre anche meno immondizia!